L’Ordine ha incontrato ieri il sindaco De Luca e l’ass. Mondello. Prossimo appuntamento il 10 ottobre con tutti gli iscritti nella sede dell’Ordine

5 Ottobre 2019

Ieri il vice Sindaco Mondello ha incontrato gli Ordini Professionali per informarli sul confronto tenutosi il 3 ottobre scorso con il Dirigente Generale del Dipartimento Urbanistica dell’Assessorato Regionale, Dott. Salerno, nell’ambito del “tavolo tecnico” rivolto alla risoluzione delle criticità nell’attuazione del vigente PRG del Comune di Messina, con particolare riferimento ad una concreta soluzione per sbloccare i progetti  di manutenzione ordinaria e straordinaria di edilizia privata anche in relazione agli interventi disciplinati dal piano casa. 

Si è affrontato, altresì, il caso EU-PILOT e le successive note dell’ARTA Sicilia che determinano allo stato attuale l’impossibilità di qualsiasi tipo di intervento edificatorio e di Pianificazione.  


Il vice Sindaco Mondello ha evidenziato l’avvio di una procedura risolutiva per il rilascio delle autorizzazioni ex art. 5 del DPR 357/97 s.m.i. e i procedimenti VAS ex artt 12 e 13 Dlgs 152/2006 s.m.i. , dopo che lo stesso aveva evidenziato la pressione sociale , ad opera delle associazioni degli  imprenditori, delle organizzazioni sindacali e degli ordini professionali, che ne avevano rappresentato e denunciato la condizione di insostenibile paralisi.


Nella comunicazione ai rappresentanti degli Ordini professionali, ha riferito che dopo ampia discussione e valutazione presso il “tavolo Tecnico” circa il carteggio tra il Comune e DRU, DRA dell’ARTA Sicilia relativo alla corretta applicazione delle attività in  “ZPS”, il Comune di Messina potrà procedere a dare corso alle procedure di cui all’art. 5 del DPR 357/97 ss.mm.ii. e DA 30.03.2007 smi.,  relativamente agli interventi di cui alla lettera a), b), c), d) dell’art. 3 del DPR 380/2001 e ss.mm.ii. come recepito in Sicilia dalla L.R. n.16/2016, ricadenti limitatamente nelle zone urbanistiche A e B di cui D.M. 1444/68 (anche con modesti aumenti di volume), nonché nelle altre zone urbanistiche a condizione che non comportino aumento di volume.

E’ per noi importante approfondire a tal proposito, e continueremo a farlo nei prossimi giorni, se nell’ambito del “modesto volume” è possibile ricomprendere gli ampliamenti del 35% consentiti in attuazione del c.d. Piano Casa.

Il tavolo ha stabilito, infine, che per la chiusura dei procedimenti relativi agli interventi di cui all’art. 12 e 13 del D.lgs 152/06 smi,  già depositati presso i dipartimenti regionale ambiente e urbanistica,  il Comune produrrà uno studio di approfondimento, che tenga conto degli effetti cumulativi sia degli interventi in itinere che di quelli già realizzati così come richiesto dal Ministero Ambiente Direzione Generale Natura e del Mare, con prot. 16311 del 10.07.2019. Tale studio, sarà alla base dello studio di valutazione d’incidenza e della VAS del redigendo PRG al fine di approfondire la tematica della frammentazione degli habitat e gli effetti che si avranno sulle specie di cui alle direttive habitat e Uccelli, alla luce delle misure di conservazione previste dal Piano di Gestione Monti Peloritani e dal Decreto Ministeriale 17.10.2007. Lo studio verrà trasmesso al Ministero dell’Ambiente per le valutazioni di merito sulle procedure EU PILOT.  

A conclusione dell’incontro, gli Ordini tutti hanno dato la loro disponibilità a qualsiasi forma di collaborazione per sbloccare in tempi brevi le procedure già incardinate presso gli enti preposti (Comune, Città Metropolitana e Regione) ed hanno concordato con il Vice Sindaco la elaborazione, condivisione e sottoscrizione di un documento comune.

Erano presenti per l’Ordine degli Architetti P.P.C. di Messina: il Consigliere Teresa Altamore (Commissione “Governo del territorio”); il Tesoriere Clelia Testa Camillo; il Segretario Anna Carulli, nonché presidente della Commissione V.INC.A del Comune di Messina.

Prossimo appuntamento con tutti gli iscritti il 10 ottobre alle 19.00 nella sede dell’Ordine ancora con l’ass. Mondello.

Condividi su: