ORDINE DELI ARCHITETTI
PIANIFICATORI
PAESAGGISTI
CONSERVATORI
DELLA PROVINCIA DI MESSINA

immagine

Al via la prima edizione della Summer School su Impresa e Cultura dell’Università di Urbino. Dall’11 al 15 settembre, imprenditori, artisti, rappresentanti delle istituzioni culturali per insegnare come fare della cultura un motore di sviluppo economico e sociale, in una nuova visione dell’economia e della cultura che diventano così sorelle.

Nella settimana da lunedì 11 fino a venerdì 15 settembre, prenderà il via la prima edizione della Summer School su “Impresa e Cultura. La cultura come motore di sviluppo economico e sociale”, che si terrà ad Urbino, nell’ambito dell’attività di alta formazione dell’Ateneo del Montefeltro, con l’obiettivo di diffondere la conoscenza pratica delle opportunità di sviluppo offerte dall’interazione fra iniziative e attività culturali e istituzioni economiche e sociali.

La Scuola mira infatti a fornire ai partecipanti competenze utili per le loro ulteriori attività formative e per quelle lavorative nell’industria, nei servizi, nel turismo, nel terzo settore e nella pubblica amministrazione, oltre che in ambiti di impegno sociale legati al mondo dell’associazionismo e alle attività della società civile e del lavoro.

A tale scopo, per circa una settimana, nelle aule universitarie e nella prestigiosa sede del Palazzo Ducale, docenti, artisti, esponenti del mondo culturale e imprenditoriale si alterneranno con le loro lezioni e relazioni, in cui sono compresi momenti artistici (concerti, visite guidate, etc.), all’interno di una visione integrata dove le varie discipline si porranno in dialogo fra loro, riproponendo lo spirito di quell’Umanesimo rinascimentale, di cui Urbino è stato uno dei massimi esempi e che seppe così ben coniugare discipline umanistiche e scientifiche, spirito e materia, azione e riflessione. In particolar modo, saranno esaminate le tematiche relative alla cultura e all’arte come strumenti di marketing esperienziale per le imprese e i territori, come elemento per il miglioramento e lo sviluppo di prodotti innovativi ad alto contenuto di immaterialità , come strumento per la formazione dei lavoratori, anche rispetto a competenze di carattere trasversale e relazionale (soft skills), all’impegno in campo culturale come componente della responsabilità sociale d’impresa, alla collaborazione tra imprese e istituzioni economiche, sociali e culturali per la creazione di distretti culturali evoluti.

Alla Summer School, di cui è Direttore scientifico la Prof. Elisabetta Righini ed è organizzata dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Urbino, interverranno come docenti con lezioni e testimonianze, fra gli altri: la presidente della Ficlu (Federazione Club UNESCO) Prof. Paola Azzario Chiesa, il manager internazionale Opera lirica e Balletto Dott. Antonio Desiderio, il M.° Vincenzo De Vivo, Direttore Artistico Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi e dell’Accademia Musicale di Osimo, la  M°. Alessandra Panzavolta, Coreografa, Regista e Resident Choreographer del NCPA di Pechino, la Dott. Oda CostaQN-Il Resto del Carlino-Monrif Net, l’ Arch. Antonello Longo,  dell’Ordine degli Architetti di Messina, il Dott. Giovanni Tumbiolo, Presidente Distretto della Pesca di Mazara del Vallo, il M°. Lorenzo Turchi Floris, per l’Associazione Musicfor Italia Onlus.

La didattica innovativa e interdisciplinare comprenderà come lezioni eventi artistici e musicali, che non avranno carattere ricreativo o di intrattenimento ma di veri e propri percorsi formativi. Questi momenti caratterizzanti della Scuola saranno organizzati sotto la direzione artistica del Soprano di fama internazionale, M.° Felicia Bongiovanni (Direttore artistico della Scuola Impresa e Cultura), che si esibirà anche personalmente al loro interno.

La Summer School è infatti frutto del più ampio “Progetto Impresa e Cultura”, che Elisabetta Righini e Felicia Bongiovanni portano avanti insieme da oltre dieci anni, nella loro qualità di Direttore scientifico e Direttore artistico, e che propone una visione integrata dell’economia e della cultura e un’ottica innovativa che porta al superamento delle tradizionali barriere fra le varie discipline e fra attività artistiche e produttive. In questa prospettiva un’esibizione artistica o un concerto possono porsi sullo stesso piano di una lezione accademica, perché rappresentano un mezzo per esprimere concetti simili con linguaggi diversi.

La struttura del corso prevede complessivamente n. 125 ore di attività, corrispondenti a n. 5 CFU. Il riconoscimento dei crediti formativi è subordinato al superamento di una prova finale.

Termine utile per presentare la domanda di preiscrizione / ammissione è il 19 agosto 2017.

Gli studenti ammessi dovranno poi iscriversi nel periodo  dal 26 agosto 2017 al 02 settembre 2017.

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito dell’Università all’indirizzo web https://www.uniurb.it/corsi/1680299

Contatti

Direttore del corso: prof.ssa Elisabetta Righini, Dipartimento di Giurisprudenza

Direttore artistico M°. Felicia Bongiovanni, soprano

Per informazioni sulla didattica del corso

Prof. Elisabetta Righini: elisabetta.righini@uniurb.it, tel 0721 639264 – 380 1977612

Dott. Novella Iezzi, Tutor della Summer School, novella.iezzi@uniurb.it, n.iezzi1@campus.uniurb.it

347 5458221

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi su: